Contributi e Finanziamenti

Sostegno alle piccole e medie imprese al fine di favorire i processi di aggregazione in filiere e le produzioni Made in Italy

   SOSTEGNO ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE AL FINE DI FAVORIRE I PROCESSI DI AGGREGAZIONE IN FILIERE E LE PRODUZIONI  MADE IN ITALY

     L'intervento intende promuovere l'aggregazione e la cooperazione fra tutti gli attori della filiera con specifico riferimento ai comparti del calzaturiero, pelli e cuoio, tessile e abbigliamento, legno e mobile ed agroalimentare, attraverso la definizione di specifici accordi e la sottoscrizione di impegni comuni volti alla valorizzazione, tutela e promozione sul mercato interno ed internazionale dei prodotti Made in Italy ad alto valore qualitativo sia in termini di innovazione tecnologica che di qualità, stile e design. 

A tal fine si vuole favorire lo sviluppo di nuovi modelli organizzativi di aggregazione tra imprese, agevolando l'integrazione e/o la collaborazione tra i partner attraverso la costruzione di filiere:

 

-         "Orizzontali", tra micro, piccole e medie imprese manifatturiere e di servizi che operano nello stesso ramo di attività

 

-         "Verticali" - da monte a valle - tra micro, piccole e medie imprese manifatturiere e di servizi che operano in fasi consecutive della medesima filiera tecnologica-produttiva o producono componenti e/o prodotti complementari

 

-         "Allargate" tra imprese manifatturiere di produzione e imprese di servizi (ICT, design, comunicazione, ecc)

Soggetti beneficiari:

Micro, Piccole e Medie Imprese aventi l'unità produttiva nella Regione Marche, esclusivamente in forma aggregata

     Modalità di partecipazione

Ai fini della partecipazione al bando i programmi di investimento dovranno essere obbligatoriamente proposti da raggruppamenti di imprese che comportino una collaborazione effettiva tra almeno tre imprese indipendenti l'una dall'altra, cioè non associate e non collegate. La collaborazione dovrà essere formalizzata attraverso la stipula di un accordo di partenariato, nella forma di un contratto di rete o di raggruppamento temporaneo di imprese, che dovrà essere sottoscritto dai legali rappresentanti delle imprese e trasmesso alla Regione Marche entro 45 giorni dalla data ricezione della comunicazione dell'ammissione a finanziamento del progetto.

     Nel caso di raggruppamenti costituiti da tre imprese, queste dovranno garantire il rispetto dei seguenti parametri:

 

-       ciascuna impresa sostiene singolarmente almeno il 20% del totale delle spese ammissibili e rendicontate;

 

-        nessuna impresa sostiene da sola più del 60% del totale delle spese ammissibili e rendicontate. 

 

Nel caso di raggruppamenti costituiti da più di tre imprese, queste dovranno garantire il rispetto dei seguenti parametri:

 

-       ciascuna impresa sostiene singolarmente almeno il 10% del totale delle spese ammissibili e rendicontate.

 

Tempistiche di realizzazione dei programmi di investimento

      Inizio

      I programmi di investimento devono essere avviati dalle imprese partecipanti successivamente alla data di presentazione della domanda di partecipazione e comunque al massimo entro e non oltre 45 giorni dalla data in cui l'impresa capofila riceve la comunicazione di concessione delle agevolazioni.

      Termine

      I programmi di investimento dovranno essere realizzati entro il 365° giorno successivo alla data di inizio del programma di investimento (12 mesi)

      Ambiti di intervento

     L'intervento agevolativo sarà concesso sotto forma di contributo a fondo perduto; ogni raggruppamento di imprese può richiedere esclusivamente un contributo per ambito di intervento fino ad un massimo di tre per un importo complessivo non superiore a € 250.000 come di seguito specificato:

      Misura A: "SOSTEGNO ALL'INNOVAZIONE"

      Misura B: "SVILUPPO DI SISTEMI INFORMATICI"

      Misura C: "VALORIZZAZIONE DEL CAPITALE UMANO QUALIFICATO IN AZIENDA"

      Misura D: "TUTELA DEL MADE IN ITALY E  SALVAGUARDIA DELLA SALUTE"

      Misura E:  "PROMOZIONE E SUPPORTO ALL'INTERNAZIONALIZZAZIONE "

      Nell'ambito di tutti i progetti presentati sono ammissibili, oltre alle spese di seguito elencate, anche le spese, nel limite massimo del 4% del costo ammesso dell'intero programma di investimento, per la predisposizione e redazione del progetto, per la strutturazione e l'accompagnamento della filiera al fine di un suo consolidamento e  stabilità in  una visione di medio/lungo periodo.

     Spese ammissibili

     Sono ammissibili le spese sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda, come di seguito specificate:

 

a)    Misura A: "SOSTEGNO ALL'INNOVAZIONE"

 

-         Spese per i servizi di consulenza e altri servizi equivalenti per le attività previste dal progetto, nonché i costi per consulenze stilistiche ed estetiche e di design, comprese le spese per la realizzazione dei modelli, test e certificazioni;

 

-         Servizi di consulenza per lo sviluppo ed il miglioramento della qualità del prodotto e della sua sostenibilità (Ecodesign), nonché servizi di consulenza per la progettazione ai fini della realizzazione di un prodotto eco-compatibile;

 

-         Servizi di consulenza per lo studio degli impatti ambientali di un prodotto o di un servizio nei confronti della salute umana, della qualità dell'ecosistema e dell'impoverimento delle risorse, considerando inoltre gli impatti di carattere economico e sociale ( L.C.A.: Life Cycle Assessment " analisi del ciclo di vita");

 

-         Spese sostenute per studi di fattibilità per l'individuazione di nuove metodologie di packaging finalizzate a garantire una maggiore qualità del prodotto, ridotti impatti ambientali ed efficacia di marketing (ad esempio studi per la ricerca di nuovi materiali da utilizzare per gli imballi, studi per favorire l'impiego di elementi naturali utilizzati nella produzione degli imballi, studi per ridurre i costi di smaltimenti degli imballi o per il riciclo degli stessi);

 

-         Spese sostenute per lo studio e lo sviluppo di nuovi processi produttivi finalizzati alla diversificazione e segmentazione dell'offerta di prodotti (a titolo esemplificativo, prodotti ottenuti con l'impiego di solo materie prime italiane, prodotti "etici", prodotti "tipici" (DOP/IGP), prodotti biologici, prodotti "OGM Free", ecc.).

 

b)    Misura B: "SVILUPPO DI SISTEMI INFORMATICI"

 

-         Spese sostenute per la realizzazione o per il potenziamento di piattaforme informatiche comuni tra i soggetti della filiera, al fine di facilitare lo scambio di documenti digitali di carattere amministrativo e/o operativo gestionale (preventivi, stato magazzino, ecc.) e di agevolare una maggiore diffusione dei servizi e una migliore razionalizzazione delle informazioni che raccolte in un "unico contenitore" saranno più accessibili e diffuse. (a titolo esemplificativo spese sostenute per la realizzazione di server farm, spese per l'utilizzo di server proprietari dedicati ospitati su webfarm a cui accedere via Internet o le spese per il servizio di housing);

 

-         Spese sostenute per l'acquisizione di sistemi software complessi come quelli per la gestione dei flussi di lavoro (Workflow Management), per la gestione dei documenti (Document Management), per la gestione della catena di approvvigionamento e di distribuzione (Supply/Distribution Chain Management), per la gestione delle relazioni con i clienti (Customer Relationship Management), per l'erogazione di servizi (Service Delivery), per la gestione di rete (Network Management) e per la gestione aziendale integrata (ERP), associabili a funzionalità note e ritrovabili in forma aggregata;

 

-         Spese sostenute per lo sviluppo e la creazione di Database (applicativi sviluppati su piattaforma web utilizzabili da tutte le imprese del raggruppamento) in grado di quantificare i tempi di ogni fase di lavorazione e dettagliare il metodo di realizzazione delle stesse allo scopo di creare un "linguaggio comune" e garantire una maggior trasparenza fra gli attori della filiera, nonché per la gestione anagrafica dei fornitori al fine di gestire in maniera sicura i flussi informativi tra le imprese della filiera e i fornitori;

 

c)     Misura C: "VALORIZZAZIONE DEL CAPITALE UMANO QUALIFICATO IN AZIENDA"

 

-         Spese per l'assunzione per almeno 6 mesi e fino al completamento dell'investimento in azienda di figure professionali con specifiche competenze tecnico-produttive, artigianali, creative e di marketing; nonché di giovani (di età non superiore ai 35 anni) laureati/diplomati/diplomati ITS con formazione e competenze tecnico-scientifiche negli ambiti attinenti l'attività della filiera e/o in ambiti trasversali funzionali allo sviluppo della filiera stessa (a titolo esemplificativo ICT).

 

d)    MISURA D: "TUTELA DEL MADE IN ITALY E SALVAGUARDIA DELLA SALUTE"  

 

-         Spese per l'introduzione del sistema di etichettatura per la tracciabilità del prodotto che consenta di conoscere ogni singola fase di lavorazione a tutela del consumatore e l'identificazione di tutte le aziende della filiera che hanno partecipato alla produzione di ogni fase o componente del prodotto finale. Si vuole, cioè, rendere più trasparenti i processi al fine di migliorare il flusso di informazioni nei confronti degli utenti finali nell'ottica dunque sia di una maggiore tutela circa la salubrità dei prodotti che di una gestione coordinata e organizzata di tutto il sistema;

 

-         Spese per l'adesione alla "Certificazione volontaria 100% Made in Italy" (Art. 16 Legge 166/2009);

 

-         Spese connesse ai servizi per il conseguimento, gestione e implementazione di marchi volontari e standard di qualità di processo (a titolo esemplificativo, EMAS, ISO 14001, ISO 22005, ecc.);

 

-         Spese connesse ai servizi per l'ottenimento di certificazioni volontarie di prodotto e/o di filiera volte all'ottenimento della garanzia della salubrità, dell'ecosostenibilità di prodotti e/o processi e della qualità della filiera produttiva, necessarie per la tutela del consumatore finale e per la difesa e la promozione del "Made in Italy";

 

-         Spese connesse ai servizi per il conseguimento di certificazioni etiche;

 

-         Spese connesse ai servizi relativi all'etichettatura anticontraffazione applicata ai nuovi prodotti (RFID, marchi olografici, ecc.) al fine di garantire al consumatore l'originalità, l'origine e la rintracciabilità dell'articolo.

 

e)     MISURA E"PROMOZIONE E SUPPORTO ALL'INTERNAZIONALIZZAZIONE

 

-         Spese per l'acquisizione di banche dati;

 

-         Spese per analisi di settore, ricerche di mercato e altri studi direttamente riconducibili alle attività aziendali in corso;

 

-         Spese per supporto legale, fiscale, contrattuale per l'estero;

 

-         Spese per assistenza tecnica alle imprese per tematiche legate all'internazionalizzazione (ad esempio: test di simulazione di mercato (SMT), certificazione merceologiche);

 

-         Spese per la realizzazione di studi per strategie di marketing finalizzate all'internazionalizzazione delle imprese sui mercati determinati;

 

-         Spese connesse allo studio e alla progettazione di spazi espositivi, opportunamente allestiti in determinati ambiti commerciali, finalizzati alla promozione e diffusione dei nuovi prodotti (es: corner shop);

 

-         Spese connesse allo studio, alla progettazione e alla realizzazione di "vetrine 3D virtuali", sviluppate su piattaforme interattive;

 

-         Spese per studi di fattibilità per la realizzazione di nuovi prodotti e/o nuovi servizi per mercati esteri determinati;

 

-         Servizi propedeutici alla creazione di reti distributive integrate;

 

-         Servizi inerenti la penetrazione in Paesi Target anche attraverso la rete internet.

 

Importo agevolabile

     L'importo complessivo ammesso alle agevolazioni per la realizzazione del progetto non può essere inferiore a € 50.000 né superiore a € 500.000.

      Intensità dell'agevolazione

     Per le Micro e Piccole Imprese: SPESE GENERALI  100% - MISURA A 50% - MISURA B 20% - MISURA C 20% - MISURA D 50% - MISURA E 50%

Per le Medie Imprese: SPESE GENERALI  100% - MISURA A 50% - MISURA B 10% - MISURA C 10% - MISURA D 50% - MISURA E 50%

      Presentazione delle domande

      Le domande devono essere presentate dall'impresa capofila sia in forma telematica che in forma digitale dal 21/03/2013 fino al 20/05/2013

      Dotazione finanziaria

      Per la realizzazione del presente intervento è stanziato un importo complessivo di € 3.600.000,00

      Le suddette risorse sono ripartite nel seguente modo:

 

-       € 900.000,00 per il comparto calzaturiero, pelli e cuoio;

 

-       € 900.000,00 per il comparto tessile e abbigliamento;

 

-       € 900.000,00 per il comparto legno e mobile;

 

-       € 900.000,00 per il comparto agroalimentare.

 

Per informazioni: Dott.ssa Sospetti Maura 0733/291291 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

-   

News

 

 

Informing S.r.l. | via C. Giuliozzi 1, 62100 Macerata (MC) | tel. 0733.291291 | fax 0733.267224

Partita Iva: 01524610431 | C.C.I.A.A.: Mc 159438